IL COMPAGNO CURONIANO

Mi chiamo Dragomir Slodoban, vengo dalla Confederazione Sarmatiana, regione Curoniana.

Sono cresciuto nella piccola città rurale di Rocusz, con una famiglia composta da altri 5 componenti: mio padre Valdas Slobodan, mia madre Irina, due fratelli minori (Goran e Plamen) e una sorella (Vesna). Io sono il primogenito.

Sin da bambino ho aiutato mio padre nella fucina come apprendista fabbro, imparando a forgiare armi, armature e aggiustare oggetti di varia natura. Ho imparato a combattere con la szabla sotto la guida di mio zio paterno Dimitri, ex duellante ormai in pensione.
Un giorno un gruppo di Cavalieri Avaloniani è venuto alla nostra fucina per riparare l’equipaggiamento e sono rimasto ammaliato dalle loro armature, spade e mantelli. Uno di quei cavalieri, notando il mio interesse, mi aveva regalato una vecchia spada bastarda, ormai ridotta male. Sempre più affascinato dal mondo di Avalon, decido di studiarne cultura, politica, religione e mitologia. Imparo a leggere e scrivere sotto la guida del saggio Vladienko, vecchio amico di mio padre.
Continuo ad allenarmi con mio zio e lavoro per un anno intero sulla spada ricevuta in regalo. A lavoro terminato, decido di dargli un nome e di abbandonare la mia vecchia szabla: “Svetlagniewka”, la Luce Furiosa, diventa la mia nuova spada.

Gli anni passano e la mia curiosità sui miti di Avalon cresce sempre di più. Un giorno mi intrufolo nelle stanze private di Vladienko, intento a cercare qualche manoscritto interessante. Scopro uno dei libri dell’esploratrice Ambrose Davidson, in cui si parla di alcune leggende legate alle origini dei Dievas e dei Sidhe. Fu una rivelazione sconvolgente e il solo pensiero che il mio popolo potesse condividere parte della stessa mitologia di Avalon mi spinse ad osare ancora di più: dovevo contattare un Dieva per scoprire i segreti del Sindaris.

Ma più ci provavo, più fallivo. Il mio mentore mi aveva severamente proibito di approfondire quella misteriosa magia e pur essendo stato cauto nell’evitare di parlarne in giro, qualcuno aveva scoperto i miei studi. In Sarmatia nessuno può praticare il Sindaris senza l’autorizzazione del Ratas, un circolo di fanatici che controlla tutti i Losejas praticanti. Alcuni di loro avevano notato il mio interesse e io avevo letto molto poco sulle conseguenze all’insubordinazione.
Mi sono reso conto troppo tardi del grave errore commesso: viene emesso un mandato di cattura e non posso più restare in Sarmatia. Scrivo e nascondo una lettera in un luogo che solo mio padre conosce, poi decido di fuggire. La città brulicava di guardie e Losejas mandati a darmi la caccia. Non potevo affrontarli tutti. In quel momento ho chiuso gli occhi e ho invocato aiuto.
Non so dire chi o cosa rispose alla mia chiamata, so solo che mi propose un patto e io accettai.

Riaprendo gli occhi non ero più a Rocusz. Ero confuso, frastornato, mi girava la testa. Ma ero salvo. Forse.

  • null

    Nazione: Confederazione Sarmatiana

    Regione della Curonia.

  • null

    Chi lo ruola: Carmelo Baldino

    Citazione famosa: “DAMMELA FOKOOOOOOOH!”

BACKGROUND

  • Fabbro

    Guadagna un Punto Eroe quando usa le sue abilità da fabbro per risolvere un problema.

  • Duellante

    Guadagna un Punto Eroe quando si affida alla lama della sua spada per difendere un nobile ideale.

ARCANI

  • Virtù: Intuitivo

    Attiva la sua Virtù per chiedere al GM una domanda a cui dovrà per forza rispondere con un Sì o un No.

  • Hubris: Ambizioso

    Guadagna un Punto Eroe quando insegue un pericolo ignorando del tutto la pericolosità delle conseguenze.

VANTAGGI

  • Mastro Artigiano

    Scegli un tipo di oggetto. Quando lo crei puoi dedicargli più tempo per aggiungere un effetto e aumentarne la qualità finale. Se usi materiali esotici puoi creare un Signature Item per te o per altri.

  • Manualità

    Spende un Punto Eroe per riparare un oggetto rotto. Alla fine della scena l’oggetto diventa automaticamente non usabile e servirà tempo per ripararlo con calma.

  • Duro a Morire

    Guadagni altri 5 punti ferita. Diventi inerme quando subisci 5 ferite gravi. A 4 ferite gravi offri un bonus di 3 dadi al Master (invece di 2).

  • Accademia del Duellante

    Stile di duello: “Sabat Gambit”.
    Se usi un’arma pesante ad una mano la tua mossa “Affondo” è sostituita dal Sabat Gambit: infliggi un numero di Ferite uguale al grado di Mischia + Grazia + il numero di incrementi che decidi di spendere.

  • Oggetto Distintivo

    Oggetto scelto: spada bastarda “Svetlanievka”.
    Può farlo apparire in ogni scena anche se l’aveva perso.
    Guadagna 2 dadi bonus per un rischio se uso questo oggetto.
    Può usarlo per attaccare un nemico e infligge ferite pari al numero di incrementi spesi + il valore del tratto più alto.
    Può usarlo per evitare un numero di ferite pari al numero di incrementi che spesi + il valore del tratto più alto.

  • Stregoneria: Sanderis

    1° Patto stipulato con un Dieva: Conoscenza.
    Favore Minore: trova la posizione di qualsiasi oggetto tu desideri.
    Favore Minore: scopri parti di conoscenza perduta o nascosta, che si tratti di una formula alchemica segreta o una mappa andata perduta o altro.

    2° Patto stipulato: Fuoco.
    Favore Minore: circonda un’arma con delle fiamme sovrannaturali e causa una ferita aggiuntiva ogni volta che attacca. L’arma si incenerisce alla fine della scena.
    Favore Minore: spegni il fuoco in una stanza.

TRATTI

Vigore
Acume
Grazia
Risolutezza
Panache

ABILITÀ

Allettare
Arte della Guerra
Atletica
Cavalcare
Convincere
Empatia
Esibirsi
Furto
Intimidire
Istruzione
Mira
Mischia
Nascondersi
Navigazione
Notare
Rissa